Dopo la Giornata Europea del Dialogo e Intercultura adotta un filare nelle Lanze

Pubblicato il 5 Ottobre 2016 su ATNews.it.

Castagnole delle Lanze.

L’ultimo giovedì di settembre è ormai diventato un appuntamento da segnare in calendario per migliaia tra studenti, famiglie, gli appassionati dell'incontro tra le culture. E' il giorno in cui si celebra la Giornata Europea del Dialogo Interculturale, proclamata nel 2008 dalla Commissione Europea, da allora Intercultura, Onlus che da sessant'anni opera nel campo della formazione interculturale, promuove questa giornata attraverso eventi in tutta Italia e in tutta Europa assieme all'EFIL (European Federation for Intercultural Learning) di cui è rappresentante nel nostro Paese.

Giovedì 29 settembre anche Asti ha partecipato alla GEDI grazie alla collaborazione della scuola elementare M. Buonarroti. I volontari di Intercultura e i tre studenti stranieri ospitati da famiglie astigiane, Queenia da Hong Kong, Nikole dalla Bulgaria e Jonas dalla Germania hanno incontrato gli alunni delle classi quinte e le loro insegnati, Paola Simeon e Paola Risso della sezione A e Emanuela Trevisiol e Arianna Giulini della B.

Giovedì 29 settembre anche Asti ha partecipato alla GEDI grazie alla collaborazione della scuola elementare M. Buonarroti. I volontari di Intercultura e i tre studenti stranieri ospitati da famiglie astigiane, Queenia da Hong Kong, Nikole dalla Bulgaria e Jonas dalla Germania hanno incontrato gli alunni delle classi quinte e le loro insegnati, Paola Simeon e Paola Risso della sezione A e Emanuela Trevisiol e Arianna Giulini della B.

Giovedì 29 settembre anche Asti ha partecipato alla GEDI grazie alla collaborazione della scuola elementare M. Buonarroti. I volontari di Intercultura e i tre studenti stranieri ospitati da famiglie astigiane, Queenia da Hong Kong, Nikole dalla Bulgaria e Jonas dalla Germania hanno incontrato gli alunni delle classi quinte e le loro insegnati, Paola Simeon e Paola Risso della sezione A e Emanuela Trevisiol e Arianna Giulini della B.

Grazie alla disponibilità e collaborazione dell’Assessore del Comune di Castagnole, Mario Coppa, e del Sindaco, Calogero Mancuso, durante il pomeriggio hanno anche partecipato alla passeggiata con il trifulao ed il suo cane, potendo così annusare per la prima volta il profumo di un tartufo. I paesaggi vitivinicoli di Monferrato-Langhe-Roero sono stati inseriti nella World Heritage List dell’Unesco, ma è grazie all’iniziativa del Comune di Castagnole e a questi tre studenti che la storia delle nostre vigne e del nostro vino entrerà in alcune case di Hong Kong, della Bulgaria e della Germania grazie a ciò che loro hanno potuto vivere in queste terre.

DeutchEnglish Italiano