Progetto

L’ iniziativa “Adotta un filare nelle Lanze” è nata nell’ anno 2010 a Castagnole Lanze, un paese in provincia di Asti situato tra Langhe e Monferrato, dall’ idea di un amministratore al fine di promuovere il nome e la qualità del vino Barbera, che rispetto ad altri vini del territorio è considerato un vino minore.

Gli obiettivi principali della Municipalità, attraverso questa iniziativa, sono la salvaguardia del territorio e del paesaggio vitivinicolo entrato recentemente a far parte del patrimonio mondiale dell’ UNESCO, la ricerca continua di alta qualità del prodotto in bottiglia, la valorizzazione del prodotto italiano di qualità e la conoscenza dei Produttori vitivinicoli Castagnolesi.

L’iniziativa prevede l’ adozione di 20 metri lineari di vigneto nel Comune di Castagnole Lanze ed il ricevimento di 12 bottiglie di vino Barbera Lanze CON RETROETICHETTA PERSONALIZZATA CON NOME E COGNOME dell´adottante.

Il vino prodotto è di alta qualità, soprattutto grazie al diradamento che si effettua in vigna in estate per favorire uno sviluppo migliore dei grappoli rimanenti.

Il ritiro delle bottiglie avviene da parte dell’ adottante a Castagnole, presso il Municnipio o la Chiesa dei Battuti situata in centro storico, luogo di eventi e mostre culturali che ospita anche alcuni interessanti oggetti e documenti storici del Museo delle Contadinerie. Gli adottanti possono anche richiedere la spedizione delle bottiglie al proprio domicilio.

Nella chiesa dei Battuti è stata affrescata dall’ artista Castagnolese Vincenzo Piccato una sala degustazioni detta ” Sala degli adottanti” coi colori tipici dei vigneti nei toni del verde, del giallo, del rosso e del marrone, proprio per ricordare l’ alternanza delle stagioni ed il cambiamento del colore delle foglie.

Dai raspi rimanenti si distillano anche 2 tipi di grappe: una affinata in barrique ed una bianca. Sulle bottiglie di grappa ogni anno vengono apposte delle etichette molto suggestive realizzate dagli artisti di Castagnole, in edizione limitata e realizzate a mano, con le tecniche dell’ acquerello, dell’ acrilico o dell’ olio. Alcuni artisti, come Giovanni Sirio e Beppe Gallo, hanno proposto suggestivi scorci paesaggistici e riproduzioni dei vigneti, mentre altri, Alberto Calosso e Gabriella Piccatto hanno scelto figure di donne e fiori. Ogni anno durante la Festa del Barbera a Maggio si allestisce presso la chiesa dei Battuti un’ esposizione delle tele dell’ artista che ha realizzato le etichette per l’ annata in corso.

I conferitori delle uve sono circa venti per una quantita procapite di 8 quintali.

Le uve sono sottoposte a severi controlli di qualità da parte di un ente preposto durante l’ arco dell’ anno.

Le uve confluiscono presso la cantina Bel Sit situata in loc. Piani, di proprietà dell’ enologo Ezio Rivella, già presidente degli Enologi italiani e amministratore di Villa Banfi. In cantina si effettua la pigiatura e tutto il procedimento che porterà all’ imbottigliamento e all’ etichettatura delle bottiglie.

Il numero degli Adottanti è di circa 1.300 all’ anno. Ogni adottante Turista, al momento della firma del contratto di adozione riceve una carta la“ Fidelity card ”, per usufruire di prezzi scontati negli esercizi commerciali Castagnolesi e dintorni, ed inoltre soggiornare presso Alberghi e B&B a prezzi scontati,e la possibilità di tour turistici a Castagnole delle Lanze , ( torre del Conte Ballada di saint Robert, Chiesa di s.Pietro in Vincoli, visite con degustazione presso la Premiata bottega del vino di Castagnole delle Lanze e le cantine dei produttori Castagnolesi

I punti di forza dell’ iniziativa sono il contatto diretto con gli Adottanti ed il fatto che sia un’ iniziativa Comunale intesa come valorizzazione del territorio e del vino.

Al fine di promuovere l’ iniziativa e gli affllussi turistici, durante tutto l’ arco dell’ anno si organizzano manifestazioni ed eventi specifici quali:

  • nel mese di Marzo la Festa della Potatura, durante la quale gli Adottanti possono potare il loro filare
  • nel mese di Maggio la Festa del barbera, Di cortile in cortile, durante la quale gli Adottanti, oltre al ritiro del vino, possono partecipare al Percorso enogastronomico allestito nei cortili del Centro storico per assaporare e degustare i vini e le pietanze tipiche Piemontesi
  • nel mese di Settembre la Festa della vendemmia, durante la quale si invitano gli adottanti a vendemmiare il proprio filare.

Dalle stesse uve viene anche vinificato il Barbera superiore Conte di Lanze affinato in Barrique. Il costo di tale adozione è di euro 75,00 per 6 bottiglie.

Ogni adottante può rinnovare annualmente la propria adozione o regalarla a terzi, pensiero particolarmente gradito, un’ idea originale da proporre anche in occasione di Pasqua, Natale, compleanni ed anniversari. Il costo dell’ adozione del Barbera Lanze è di € 100,00 annuali.

Numerose sono le attivitä di promozione alle quali il Comune partecipa,
Il “Patto di adozione” consta di:

  • Scelta del/dei filai nella vigna preferita , 20 metri lineari
  • Nome e Cognome dell’adottante sul palo di testa del filare adottato
  • Informazioni costanti sul filare adottato tramite newsletter
  • Possibilità di visitare il filare e di assistere alle lavorazioni, alla vendemmia ed alla vinificazione
  • Ricevimento di 12 bottiglie da 0,75 litri di Barbera di alta qualità
  • Etichetta personalizzata con nome e cognome dell’adottante, numero del filare e nome della vigna
  • Possibilità di donazione del filare a terzi
  • rilascio della Fidelity card che da diritto a sconti e promozioni presso le strutture ricettive ed i ristoranti della zona

Obiettivi del Comune

  • Salvaguardia del territorio e del paesaggio vitivinicolo entrato a far parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO
  • Garanzia della sopravvivenza dei produttori, custodi del territorio
  • Ricerca continua di alta qualità del prodotto in bottiglia
  • Creazione di itinerari turistici e culturali nel territorio delle “Lanze”
  • Favorire e premiare il “Turismo fidelizzato”
  • Favorire la conoscenza dei Produttori vitivinicoli Castagnolesi
  • Favorire lo sviluppo del centro storico attraverso percorsi culturali e turistici
  • Favorire l’ attività degli operatori turistici quali ristoratori e abergatori
  • Valorizzazione del prodotto italiano di qualità

Il progetto coinvolge Agriturismi, B&B, ristoranti, commercianti ,pro loco, e naturalmente produttori di vino. L’amministrazione comunale ha il ruolo di regista e coordinatore.